I pericoli della disidratazione (I parte): bere per non ingrassare

Il Dr. Robert O. Young, autore del libro “Il miracolo del pH alcalino”, ci mette in guardia sui pericoli della disidratazione e ci insegna che per vivere in salute e dimagrire bisogna innanzitutto bere, bere e ancora bere… acqua!

“L’ adulto medio perde giornalmente all’incirca dai 2,5 ai 3 litri di liquidi sudando, respirando, urinando, muovendosi, addirittura dormendo ed il corpo si disidrata se questi non vengono rimpiazzati.

Se non assumete acqua a sufficienza, ingrasserete. Più semplice di così? Innanzitutto, persino una disidratazione lieve rallenta il metabolismo per il 3%. E poi, siamo così poco sintonizzati con i segnali di sete dei nostri organismi da interpretarli come morsi di fame. Il che vuol dire: se non beviamo abbastanza, mangiamo troppo. In terzo luogo, se non assumiamo abbastanza acqua, il nostro corpo, di fatto, riterrà dell’acqua, facendoci avvertire senso di gonfiore e di disagio e rendendoci persino più grassi di quanto siamo realmente! Un corpo acido spinge acqua nei tessuti per provare a neutralizzare gli acidi che vi si trovano.

Soprattutto, l’organismo utilizza l’acqua per neutralizzare gli acidi, per diluirne l’eccesso e per rimuoverli (insieme a tutte le tossine) dal corpo tramite l’urina ed il sudore e attraverso gli intestini. Senz’acqua a sufficienza il vostro corpo diventa troppo acido e passa in modalità preservazione producendo tessuto grasso. Basta una piccolissima quantità pari solo al 2% di perdita di fluidi corporei perché ciò accada. Nel caso pensiate che sia altamente improbabile che possa mai accadere a voi, prendete nota: non è insolito perdere il 2% dei vostri fluidi corporei durante un’ora di attività fisica media.”

Nel prossimo articolo il Dr. Young ci illuminerà su altri gravissimi pericoli della disidratazione.

Intanto, iniziate a bere!

Silvia

2018-02-13T05:29:20+00:00 agosto 16th, 2016|Alimentazione, Benessere|0 Comments

About the Author:

Lo staff di Gecologico

Leave A Comment